I SISTEMI DI ANTINTRUSIONE

Home » I SISTEMI DI ANTINTRUSIONE

I SISTEMI DI ANTINTRUSIONE

Fino agli anni settanta del 900 i sistemi di antintrusione venivano utilizzati soprattutto per la protezione di banche e musei. Successivamente l’evoluzione tecnologica a costi contenuti ha permesso una diffusione sempre maggiore fino a consentirne la presenza in quasi tutte le case.

I sistemi di antintrusione possono essere divisi in due grandi famiglie: quelli che comunicano con i fili e quelli che comunicano via radio.

L’utilizzo dei fili o cavi consente una comunicazione più robusta in termini di segnalamento, ma non sempre nelle aree da proteggere è possibile passare con dei cavi, per questo in alternativa vi è la comunicazione via radio. I sensori per rilevare presenze non desiderate vengono posti nei punti strategici di accesso agli edifici, ed essi sono sostanzialmente di due tipi: perimetrali e volumetrici.

Quelli perimetrali vengono posti su porte, finestre e varchi in generale, e servono a segnalare il loro attraversamento indesiderato, quelli volumetrici invece, monitorando gli ambienti, rilevano i movimenti delle presenze indesiderate che si muovono negli ambienti stessi.



Codividi il contenuto sui social!
Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Segui le Social Page!
Facebooklinkedin
PuntoSicurezzA Azienda certificata
Azienda certificata SA8000
Azienda certificata SA8000

Per qualsiasi informazione contattaci allo 0575 380 106 o scrivi ad info@puntosicurezzaar.com