Incendio a bordo e gasolio in mare, è un esercitazione antincendio

Home » News PuntoSicurezzA » Incendio a bordo e gasolio in mare, è un esercitazione antincendio

INCENDIO A BORDO E GASOLIO IN MARE, E' UN'ESERCITAZIONE ANTINCENDIO COORDINATA DALLA GUARDIA COSTIERA DI VIAREGGIO

Viareggio – “Zona rossa” in Darsena, ma si è trattato di una esercitazione antincendio ed antinquinamento in ambito portuale coordinata dalla Capitaneria di Porto di Viareggio. L’allarme è scattato alle 10.30 di questa mattina quando la segnalazione di un principio d’incendio a bordo di una imbarcazione da diporto ormeggiata presso il cantiere AZIMUT BENETTI è arrivata alla sala operativa dei Vigili del Fuoco. Una unità da diporto infatti stava facendo carburante con autobotte quando si sono sviluppate le fiamme. Inoltre, una parte del gasolio finiva in mare. Immediatamente partiva, dai Vigili del Fuoco, l’allerta per Guardia Costiera e 118. Subito la Operativa della Guardia Costiera assumeva l’assetto di emergenza e metteva in atto le procedure previste dal “Piano di Emergenza Antincendio del Porto di Viareggio”, ed quelle del “Piano antinquinamento del Porto di Viareggio” già testate in diverse occasioni (esercitazioni ed eventi reali, non ultimo la scorsa settimana a seguito dell’affondamento di un’unità nel canale Burlamacca). Mentre la Capitaneria attivava il proprio personale militare, inviando sul posto il Capo Servizio Tecnico ed una pattuglia della Guardia Costiera, la motovedetta CP 813 ed il GC A 78 imbarcavano a bordo le panne galleggianti al fine di poterle impiegare per circoscrivere lo sversamento in mare di idrocarburi fuoriuscenti dall’unità in fiamme. Nello stesso momento giungevano anche i Vigili del Fuoco, con due autopompe a terra un gommone ed una moto d’acqua in mare ed il servizio 118 dell’Asl 12 Versilia, con richiesta di tre ambulanze (Croce Verde, Croce Rossa e Misericordia di Viareggio) ed il relativo personale medico per soccorrere tre feriti. Sotto il coordinamento del Comandante del Porto di Viareggio, coadiuvato dal direttore tecnico dei soccorsi dei Vigili del fuoco, veniva immediatamente delimitata la “zona rossa”, per il potenziale pericolo di esplosione e conseguente propagazione dell’incendio sulle unità vicine o zone portuali a terra. La pattuglia del N.o.i.p. (Nucleo Operativo Intervento Portuale) della Guardia Costiera, unitamente al personale della polizia locale, provvedeva ad interdire l’accesso di autoveicoli e persone nella zona. All’esito favorevole dell’intervento dei Vigili del Fuoco ed il relativo via libera di questi, i feriti venivano portati a terra con l’uso di barelle spinali e consegnati alle cure dei sanitari. Intanto in mare in ausilio di Guardia Costiera e Vigili del Fuoco, interveniva anche personale della Termopetroli (società specializzata in attività di disinquinamento) che posizionava altre panne galleggianti necessarie per contenere l’inquinamento del gasolio finito in mare. Dopo apposito sopralluogo dei Vigili del fuoco e portati all’ospedale i feriti, l’incendio veniva dichiarato estinto. A questo punto interveniva la SEA (concessionaria del servizio ecologico ed ambientale), inviata sul luogo dal Comune di Viareggio, che provvedeva a recuperare il gasolio rimasto in banchina affinché non continuasse a colare in mare.

L’esercitazione ha permesso di testare con esito favorevole le procedure di attivazione dell'emergenza ed i relativi tempi di reazione delle diverse Autorità competenti a fronteggiare l'emergenza.

L’intero intervento si è concluso comunque con esiti favorevoli nell’arco di circa un’ora, ed è stato inoltre utile, ancora una volta, per testare le procedure previste dal vigente “piano di emergenza antincendio in ambito portuale” e del “Piano antinquinamento del porto di Viareggio”.



Segui le Social Page!
Facebooklinkedin

Condividi il contenuto sui social!
Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
PuntoSicurezzA Azienda certificata
Azienda certificata SA8000
Azienda certificata Aifos
Azienda certificata CEPA UNI EN 16636
Associazione Imprese Disinfestazione Professionali Italiane

Per qualsiasi informazione contattaci allo 0575 380 106 o scrivi ad info@puntosicurezzaar.com